Ultime News Ultime News

Torna alla Pagina

Il comunicato del coni per la consegna del Collare d’oro

CONI e Governo insieme per giocare la partita più importante: la candidatura di Roma per i Giochi Olimpici Estivi del 2024. L’atteso annuncio – in diretta RAI – porta la firma, in calce, del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, con un messaggio di indubbia efficacia. “L’Italia si candida alle Olimpiadi del 2024, con Roma al centro del progetto, e non lo faremo con lo spirito di De Coubertin, per partecipare: lo faremo per vincere, statene certi”. Applausi convinti e scroscianti dal Salone d’Onore del CONI, che brilla di luce propria per presenze, qualificate, e medaglie in vetrina: ori olimpici di tutti i tempi, campioni del mondo, personalità di spicco, società pluridecorate. C’è uno spaccato significativo della leggenda agonistica del Paese a salutare l’investitura del Premier. La cornice è quella della cerimonia di consegna dei Collari d’Oro, della Stella D’Oro e di quella d’Argento al Merito Sportivo.

 

Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, sul palco insieme al Segretario Generale, Roberto Fabbricini, aveva aperto la giornata di celebrazioni con un messaggio di ringraziamento a tutte le componenti della grande famiglia dello sport. “Siamo orgogliosi di festeggiare tanti campioni che, con i loro successi e il loro esempio, consentono al Paese di mostrare il volto vincente. Mai come in questo momento, l’appuntamento è diventato così importante, anche in considerazione dell’attesa e delle aspettative che ci sono. Oggi caro premier qui c’è tutto il nostro mondo, è una festa dello sport in cui celebriamo tutti gli atleti che nella passata stagione hanno fatto grande lo sport italiano. I collari d’oro sono sempre molto apprezzati, anche da persone abituate a salire sui podi mondiali e competizioni olimpiche. Matteo, grazie: in questo periodo sei sempre molto vicino al nostro mondo, e con il sottosegretario Graziano Delrio c’è un rapporto di amicizia che va al di là dei rapporti istituzionali”. Malagò sintetizza concretamente il concetto rivelando un prossimo provvedimento legislativo riguardante la risoluzione del problema legato alle Federazioni inserite nell’elenco ISTAT, quindi saluta tutti idealmente i campioni presenti, dedicando un pensiero particolare “a due per tutti: Sara Simeoni e Armin Zoeggeler. Viva lo sport, viva lo sport in Italia”, prima che Andrea Fusco, che ha condotto l’evento insieme a due protagonisti d’eccezione, come Federica Pellegrini e Alex Zanardi, lasciasse la parola al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

 

“Per uno come me che è abbastanza incapace di fare sport, essere qui è proprio il massimo. Nell’ufficio di Malagò mi sono messo a giocare con i palloni, è il più bell’ufficio del mondo: è come per un bambino stare a Disneyland. Il triathlon fatto da Alex Zanardi non sarei riuscito a farlo in motoscafo. Qualsiasi atleta quando parte sa che non sarà facile, se dovesse aspettare la facilità per provarci, non farebbe l’atleta. E bene, con lo stesso spirito, saremo accanto al CONI perché da qui al settembre del 2015 l’Italia presenti la propria candidatura ai Giochi Olimpici del 2024. Una candidatura che ci riempie il cuore di emozione, di orgoglio, di difficoltà. Avremo la struttura più all’avanguardia del mondo, perché il made in Italy è anche questo. Saremo all’avanguardia su tutte le strutture tecniche, dal punto di vista del controllo della spesa, saremo all’avanguardia per il progetto, che sarà incentrato su Roma capitale, come è ovvio che sia. Poi toccherà al CONI, e alla squadra tecnica, riuscire ad allargare, rispetto alla proposta che è uscita dal CIO. Immaginiamo di poter avere un raggio di azione che consenta alla candidatura di essere credibile e di vincere, perché con tutto il rispetto per de Coubertin – ha continuato il presidente del Consiglio-, non facciamo questa candidatura per partecipare ma la facciamo per vincere e ci metteremo insieme le città che più possono aiutare questo progetto, a partire dal cerchio vicino a Roma, quindi Firenze, Napoli e la Sardegna. Le modalità per come tecnicamente questo avverrà saranno nelle disponibilità del comitato promotore che partirà da gennaio, e saranno sotto la supervisione di Giovanni Malagò e del CONI. Noi faremo di tutto perché questo progetto che andrà a giudizio nel settembre del 2017 possa essere un progetto di cui andare fieri. Può succedere di non vincere, di non farcela, di mollare. Ma quel momento in cui non ci si fa, deve essere un momento che ci scopre vivi, che ci vede in forma, determinati, pronti. Tutti sapete che l’impegno su ogni singolo punto, centimetro, colpo, è quello che rende ciascuno di noi persone e non dei numeri. Il governo italiano è pronto assieme a fare la propria parte. Non pensiamo che possa essere un progetto campato in aria, fatto di grandi infrastrutture, di grandi sogni, ma un progetto fatto di grandi persone, gli atleti, voi che siete andati a medaglia, e i tanti atleti che nelle palestre scalcinate delle nostre periferie non ce la fanno, ma che con il loro impegno dimostrano che lo sport in Italia è qualcosa di più di una attività, ma un modo di vivere, un modo di essere e di guardare al futuro, fatto di orgoglio e determinazione. Per tutti questi motivi, grazie, noi ci siamo. Non so se ce la faremo. Penso di si, ne sono molto convinto, ma so che sarà una delle cose più belle da fare perché la facciamo per noi, per i nostri figli, per l’Italia”.

 

Un’ovazione del Salone ha preceduto l’inizio della sfilata di campioni per le premiazioni, intervallate da clip emozionanti e battute ironiche dei protagonisti con il Premier Renzi e il Presidente Malagò. Oltre ai medagliati insigniti sono saliti sul
palco, in rappresentanza dei gruppi civili e militari, anche Davide Tizzano (Canottieri Napoli), Elisa Di Francisca e Giovanna Trillini (Club Scherma Jesi), Cristhof Innerhofer (Fiamme Gialle), Armin Zoeggeler (Carabinieri), Roberto Cammarelle (Polizia), Mauro Sarmiento (Esercito), Stefania Belmondo (Forestale), Elisa Santoni (Aeronautica), Alessandra Romiti (Marina Militare), Tatiana Guderzo (Fiamme Azzurre) e Maurilio De Zolt (Vigili del Fuoco). Molto emozionante il ritiro dell’onorificenza attribuita alla memoria di Alfredo Martini e ritirato dalle figlie Silvia e Milvia. 

Questo l’elenco degli insigniti, che comprende 18 atleti, 7 uomini di sport, 21 tra società e gruppi sportivi militari e un Comitato Regionale.

COLLARE D’ORO AL MERITO SPORTIVO

ATLETI

Ciclismo
Vincenzo Nibali 
Vincitore del Tour de France 2014

Pugilato 
Giacobbe Fragomeni 
Campione Mondiale 2012 – WBC Pesi Massimi Leggeri

Clemente Russo 
Campione Mondiale 2013 – Dilettanti 91 Kg

Scherma
Arianna Errigo 
Campionessa Mondiale 2014 – Fioretto Individuale

Rossella Fiamingo 
Campionessa Mondiale 2014 – Spada Individuale

Sport Del Ghiaccio 
Anna Cappellini 
Campionessa Mondiale 2014 – Danza su Ghiaccio

Luca Lanotte 
Campione Mondiale 2014 – Danza su Ghiaccio

Tennis 
Roberta Vinci 
Vincitrice del Grand Slam Wimbledon 2014 – Doppio 
Vincitrice della Fed Cup 2013

Flavia Pennetta 
Vincitrice della Fed Cup 2013

Francesca Schiavone 
Vincitrice della Fed Cup 2013

COLLARE D’ORO AL MERITO SPORTIVO

Tiro a Segno 
Petra Zublasing 
Campionessa Mondiale 2014 – Carabina 10 Metri

Tiro a Volo 
Giovanni Pellielo 
Campione Mondiale 2013 – Fossa Olimpica Individuale

Jessica Rossi 
Campionessa Olimpica 2012 – Campionessa Mondiale 2013 Fossa Olimpica Individuale

Sport Paralimpici 
Assunta Legnante 
Campionessa Paralimpica 2012 
Atletica Leggera – Lancio del Peso

Hockey e Pattinaggio 
Silvia Marangoni 
Vincitrice di 10 Titoli Mondiali tra il 2002 e il 2013 
Pattinaggio Artistico In Line

Motociclismo 
Antonio Cairoli 
Campione Mondiale 2014 – Motocross

Kiara Fontanesi 
Campionessa Mondiale 2014 – Motocross

Motonautica 
Alex Carella 
Vincitore di 3 Titoli Mondiali 2011-2012-2013 – Formula 1

COLLARE D’ORO AL MERITO SPORTIVO

UOMINI DI SPORT 
Luca Cordero di Montezemolo 
Giacomo Agostini 
Alfredo Martini “Alla Memoria”

STELLA D’ORO AL MERITO SPORTIVO
Pier Luigi Marzorati 
Gugliemo Moretti 
Bruno Pizzul 
Tito Stagno

COLLARE D’ORO AL MERITO SPORTIVO

SOCIETÀ – 2012 
Tiro a Segno Nazionale Sezione di Parma A.S.D. 
Società Dilettantistica Ginnastica “Francesco Petrarca” 1877 
Fratellanza Ginnastica Savonese A.S.D. 
Società Canottieri Lario “Giuseppe Sinigaglia” A.S.D. 
Società Canottieri Lecco A.S.D.

SOCIETÀ – 2013 
Tiro a Segno Nazionale Sezione di Bari A.S.D. 
Società Ginnastica Fortitudo A.S.D. 
Società Canottieri Milano A.S.D. 
Unione Ciclisti Trevigiani A.S.D. 
Fanfulla 1874 A.S.D. di Ginnastica e Scherma

SOCIETÀ E GRUPPI SPORTIVI MILITARI – 2014 
Circolo Canottieri Napoli A.S.D. 
Club Scherma Jesi 
Gruppi Sportivi Fiamme Gialle 
Centro Sportivo Carabinieri 
Gruppi Sportivi della Polizia di Stato – Fiamme Oro 
Centro Sportivo Esercito

STELLA D’ORO AL MERITO SPORTIVO

GRUPPI SPORTIVI MILITARI – 2014 
Gruppo Sportivo Forestale 
Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre – Polizia Penitenziaria 
Gruppo Sportivo Marina Militare 
Centro Sportivo Aeronautica Militare

STELLA D’ARGENTO AL MERITO SPORTIVO

GRUPPI SPORTIVI MILITARI – 2014 
Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco – Fiamme Rosse

PREMIO AL VINCITORE DEL TROFEO CONI 2014 
Comitato Regionale Lazio